Bilance da cucina: le migliori 5

di diversamentelatte

Se quello dedicato alla preparazione dei pasti è un momento importante della vita quotidiana, l’utilizzo di una buona bilancia da cucina permette di ottimizzare i tempi e organizzarlo al meglio. Nella sua funzione di pesare alimenti di ogni sorta, essa si presta a molteplici esigenze. Quanti vogliono dimagrire e/o seguire uno stile di vita sano la usano per controllare la quantità di alimenti assunte nell’arco della giornata; d’altra parte, il suo utilizzo è altrettanto prezioso anche per tutti quelli che intendano seguire fedelmente una ricetta e rispettarne i dosaggi indicati.

In commercio, le bilance da cucina si suddividono in due grandi categorie: bilance manuali (meccaniche) e bilance elettroniche (digitali).

In questa guida, verranno descritte le differenze tra queste due tipologie di bilancia, insieme ad un elenco dei modelli migliori in commercio e e le indicazioni su dove acquistarli.

Bilance da cucina manuali e digitali a confronto: caratteristiche e differenze

Le bilance da cucina analogiche sono dotate di contenitore e di un quadrante su cui è imperniato un ago. Grazie a un meccanismo elementare di ingranaggi interni, ogni volta che viene collocato alla base del recipiente un alimento, l’ago si muove e ne indica il peso. Essendo il funzionamento di queste bilance puramente meccanico, esse non necessitano dell’uso di batterie e la taratura viene effettuata manualmente.

Le bilance da cucina digitali presentano un funzionamento a batteria e sono dotate di un display digitale, su cui vengono registrate le informazioni relative alla pesatura degli alimenti. Molto utile in questi modelli è la presenza della funzione tara, che permette di azzerare il display, escludendo così dalla misurazione il recipiente su cui viene collocato il prodotto che si desidera pesare. Un ulteriore elemento distintivo è dato dai sensori posizionati sotto il piatto, che rilevano automaticamente il peso degli alimenti.

Una volta fatte le dovute distinzioni tra le due tipologie di bilancia da cucina, quali sono gli aspetti da valutare nella prospettiva di un’acquisto oculato? Un primo elemento è la solidità. In un ambiente come la cucina, messo a dura prova da fattori aggressivi, puntare su materiali robusti può fare a differenza nel garantire lunga durata ad una bilancia per alimenti. Importante è anche valutare la stabilità: quanto più una bilancia da cucina è in grado di assicurare un buon piano d’appoggio, maggiore sarà l’accuratezza nella misurazione.

Un ultimo aspetto da considerare sono le dimensioni. La portata massima della bilancia è la caratteristica che ne determina la dimensione di ingombro: in linea generale, maggiore è l’ingombro, maggiori sono le quantità che la bilancia da cucina permette di pesare. D’altra parte, le bilance pesa alimenti più piccole possono essere la scelta giusta di chi è alla ricerca di un modello facile da maneggiare e che occupi poco spazio in cucina.

Una selezione delle 5 migliori bilance da cucina

Se è vero che nell’acquisto di un prodotto intervengono fattori soggettivi, la selezione proposta qui sotto puo’ costituire un aiuto in più ad orientarsi nella ricerca della bilancia da cucina che sentiamo essere più adatta alle nostre esigenze. Questi cinque modelli coniugano all’ottimo rapporto qualità prezzo caratteristiche distintive di funzionalità che traducono l’acquisto in un ottimo investimento.

1. Kenwood DS401. W Bilancia elettronica da cucina

Questa bilancia da cucina presenta una capacità di peso fino ad 8 Kg e una pesata minima di 2 grammi. E’ caratterizzata da un piano d’appoggio in vetro temperato molto pratico per la pesata degli alimenti e facile da pulire. In caso di alimenti che richiedano l’utilizzo di un contenitore, è possibile collocarlo e ritarare la bilancia prima della pesata. La bilancia pesa alimenti Kenwood è’dotata di un doppio sistema di misurazione (Gr/oz), di un display e della funzione di spegnimento automatico.

2. Imetec Dolcevita ES4 Bilancia elettronica da cucina

Grazie al programma incorporato nel display digitale, questo modello di bilancia da cucina permette di pesare alimenti sia solidi che liquidi. Per il versamento di questi, si avvale di un ottimo beccuccio e la scala graduata ne consente la misurazione fino a 1500 ml. La funzione tara permette inoltre di pesare più alimenti di seguito, azzerando la pesata precedente. Dal design ergonomico e l’impugnatura estremente maneggevole, la bilancia Imetec dolcevita è dotata di un contenitore in acciaio inox molto capiente, che in quanto estraibile, può essere utilizzato in cucina, senza dover sporcare o travasare in altri contenitori. Presenta un indicatore di carica della batteria e assicura il risparmio energetico grazie al sistema di spegnimento automatico dopo 30 sec di non utilizzo.

3. Tefal BC5004 Optiss Glass Bilancia da cucina elettronica

Di dimensioni ridotte e dal design elegante, la bilancia da cucina Tefal è dotata nel retro di un gancio estraibile che permette di appenderla alla parete. Il display è molto grande e permette di visualizzare il peso nell’immediato. Lo spegnimento può essere effettuato sia manualmente che in modalità automatica, a 30 sec dall’accensione. Grazie alla tecnologia 100% elettronica, questa bilancia da cucina permette di pesare anche pochissimi grammi e di stabilire con altrettanta precisione la misurazione dei liquidi premendo l’apposito pulsante “goccia”. Il piano in vetro è estraibile per facilitare le operazioni di pulizia. Con le sue caratteristiche di compattezza e maneggevolezza, la bilancia da cucina tefal è la scelta vincente di chi cerca la praticità, la qualità e l’estetica ad un prezzo più che competitivo.

4. G3 Ferrari G20003 Aska Bilancia Meccanica da cucina,

Per chi è orientato alla ricerca di una bilancia da cucina analogica, numerose sono le caratteristiche che fanno di Aska un modello di altissima qualità: un grande visore con una doppia scala di pesatura in kg e Libre, un’ampia vaschetta di pesatura amovibile per una facile pulizia e un solido corpo in metallo resistente agli urti. La portata massima che presenta è di 5 Kg e integra alla funzione di tara quella di regolazione dello zero per una misurazione sempre rapida e precisa. Facilissima da leggere e pratica da usare nelle ricette di tutti i giorni grazie al piatto contenitore molto capiente, la bilancia da cucicna Aska è caratterizzata da un’estetica piacevolmente vintage e questo è un punto a favore per chi cerca di dare alla propria cucina quel tocco di classicità in più.

5. Soehnle Silvia Bilancia da Cucina

Accessorio di cucina di prima qualità, la bilancia pesa alimenti Silvia Soehnle abbina l’eleganza del design alla praticità delle sue funzioni. Il contenitore, in robusto acciaio inox, è removibile e con i suoi 1,75 litri di capacità totale si distingue anche per ampiezza; la base di appoggio è larga e assicura una buona stabilità grazie a quattro piedini antiscivolo. Il grande display dalla forma rotonda facilita la lettura del peso, frazionato in pratici scaglioni da 20 gr. Questa bilancia da cucina analogica è la soluzione perfetta per chi è sensibile all’estetica ed è al tempo stesso attento ai dosaggi precisi in cucina.

Potrebbero Interessarti Queste Ricette

Lascia un commento