Brioche intrecciata al cioccolato senza latticini e senza uova

di diversamentelatte
diversamentelatte_brioche intrecciata al cioccolato senza latticini e uova

Buon venerdì a tutti!

Ve lo avevamo promesso ed ecco finalmente la ricetta della brioche intrecciata al cioccolato senza latticini e senza uova!

Ho provato questa ricetta alcune volte prima di arrivare alla consistenza perfetta del pan brioche. Sono partita dall’impasto delle brioche zero burro zero uova (ricetta ormai vecchiotta e lo possono testimoniare le foto alquanto bruttine) e ho apportato alcune modifiche. Non è una ricetta veloce, quindi se avete voglia di prepararla prendetevi tutto il tempo che occorre, ma vi assicuro che ne varrà la pena.

brioche intrecciata al cioccolato

Questa brioche intrecciata è adatta a chi soffre di intolleranza al lattosio o alle uova, ma non solo! L’impasto è morbido e soffice e non sentirete la mancanza di burro e compagnia bella. Ottima per iniziare al meglio la giornata o per una merenda golosa in compagnia. State tranquilli che la finirete in davvero poco tempo (se avete un marito famelico come il mio!).
Come ripieno ho utilizzato una crema spalmabile al cioccolato senza latticini o, volendo, potete anche prepararla da voi (vi ricordo la ricetta della cioccolata alle nocciole spalmabile).

Leggi anche >> Dieci ricette golose con il cioccolato

Brioche intrecciata al cioccolato senza latticini e senza uova

Preparazione4 h 30 min
Cottura25 min
Tempo totale4 h 55 min
Porzioni: 4

Ingredienti

  • 220 g di farina di tipo 1 + altra per lavorare l’impasto
  • 110 g di farina di farro integrale
  • 30 g di farina di cocco
  • 160 g di bevanda vegetale all’avena + 1 cucchiaio per spennellare la treccia
  • 110 g di malto d’orzo
  • 6 g di lievito di birra
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale
  • Cioccolata spalmabile senza lattosio
  • Zucchero a velo

Istruzioni

  • In un pentolino versate la bevanda vegetale all’avena e il malto d’orzo. Accendete il fuoco e fate sciogliere il malto, mi raccomando non fatelo bollire! Spegnete, mettete da parte e fate raffreddare.
  • In un recipiente capiente setacciate la farina di tipo 1, quella di farro integrale, quella di cocco e mescolate. Aggiungete l’olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale. Prendete la bevanda all’avena e il malto e aggiungetevi il lievito di birra, mescolate e fatelo sciogliere. Versate il tutto, delicatamente, all’interno del recipiente con le farine e iniziate a mescolare.
  • Trasferite l’impasto sul piano da lavoro infarinato e impastate per 10 minuti, fino a che non sarà liscio ed omogeneo. Rimettetelo nel recipiente, copritelo con pellicola trasparente, mettetelo in un posto caldo della casa e lasciatelo lievitare per tre ore circa (copritelo con una coperta così starà bene al caldo).
  • Prendete l’impasto delicatamente e trasferitelo sul piano di lavoro infarinato. Tiratelo finemente con un mattarello dandogli una forma rettangolare, cospargetelo omogeneamente di cioccolata spalmabile e arrotolatelo con attenzione. Tagliatelo in due, nella parte più lunga, a partire da venti centimetri circa dall’estremità. Intrecciate le due parti avendo cura di tenere le parti col cioccolato in alto. Chiudete le estremità e mettete la treccia su una teglia foderata con carta forno, copritela con la pellicola trasparente e fatela riposare per 1 ora circa.
  • Spennellate la treccia con la bevanda vegetale all’avena e infornate – in forno preriscaldato e in modalità statica – a 180 gradi per 20-25 minuti. Fatela raffreddare su una gratella e spolverizzate con zucchero a velo!

brioche intrecciata senza latticini

Se avete provato questa ricetta lasciateci un commento qui sotto o fateci un fischio sulla pagina Facebook. Se, invece, pubblicate la foto del vostro capolavoro su Instagram ricordate di taggarmi @glicerinia e di aggiungere l’hashtag #diversamentelatte

brioche al cioccolato senza latticini senza uova

brioche intrecciata al cioccolato vegan

Potrebbero Interessarti Queste Ricette

11 commenti

Concetta 8 Febbraio 2018 - 08:21

Ciao cara… Avrei qualche domanda:
1) per farina di cocco intendi il cocco grattugiato?
2)al posto del malto d’orzo posso usare lo sciroppo di riso?
3) se nn volessi intrecciare l’impasto potrei lasciarlo solo arrotolato e magari metterlo in uno stampo da plumcake?
Infine riguardo alla tua domanda per una versione senza glutine a me interesserebbe molto. Grazie di tutto

Rispondi
diversamentelatte 12 Febbraio 2018 - 15:57

Ciao!
La farina di cocco non è il cocco grattugiato, ma è farina che trovi nei negozi di alimentazione naturale (tipo Natura sì). In alterntiva puoi ometterla e aggiungere altra farina.
Al posto del malto puoi usare lo sciroppo di riso.
Non ti conviene, piuttosto puoi tagliarlo a fette (una volta arrotolato) e ottenere delle brioche a chiocciola.
Grazie a te!

Rispondi
Pina 8 Febbraio 2018 - 21:52

Bello!

Rispondi
Stella 10 Maggio 2020 - 22:11

Cara ciao di nuovo, posso un paio di domande? Vorrei farne 4 (adesso che ci possiamo muovere, vorrei portarli alla mia famiglia).
1. Posso cuocerne 2 in una teglia sopra e 2 in una teglia sotto, in un’unica infornata? 
2. Se sì, sempre statico o cambia la modalità di cottura? 
3. Cambia il tempo di cottura? 
Grazieeeeeeeee ciao Stella

Rispondi
diversamentelatte 15 Maggio 2020 - 19:54

Ciao Stella, si puoi cuocerne in un’unica infornata. La modalità di cottura non cambia, fai solo attenzione (in base al tuo forno) che magari quelle sotto necessiteranno di qualche minuto in più di cottura rispetto a quelle sopra.
Se sono più piccole il tempo di cottura dovrebbe leggermente diminuire.

Rispondi
Monica 26 Maggio 2020 - 20:31

ciao cara, come ti chiami? 😉 Ho fatto questo panbrioche e’ eccezionale, davvero buono buono 😋 Grazie!!!!!! Ciao Monica PS se ne cuoci 2 giù e 2 su,  non andrebbe forno ventilato?

Rispondi
Paola 9 Febbraio 2018 - 05:43

Bellissima e immagino buonissima….nel frattempo aspetto la versione senza glutine

Rispondi
Sara 5 Maggio 2020 - 00:53

Questa brioche è uno spettacolo! Davvero bella! E deve essere di un gusto pazzesco….. Vorrei farla ma devo usare il meno possibile di lievito di birra fresco. È possibile farla con 1 o 2 grammi? Se sì, posso chiederti un aiuto su quanto allungare la lievitazione? Grazie ciao Sara

Rispondi
diversamentelatte 10 Maggio 2020 - 20:23

Grazie mille!
Certo puoi usarne di meno di lievito. Ci vorrà sicuramente qualche ora in più, ma le tempistiche esatte non so dirtele. Per la prima lievitazione puoi regolarti quando vedrai che l’impasto ha raddoppiato il suo volume.

Rispondi
Stella 10 Maggio 2020 - 21:27

Ciao cara fatto, buonissimooooooo! Davvero. Tutti impazziti. Ho usato latte di mandorle e crema gianduia nero. Grazie, ripeteremo ovviamente Buona serata Stella

Rispondi
diversamentelatte 15 Maggio 2020 - 19:52

Ciao Stella!
Son proprio felice che sia piaciuta a tutti.
Grazie!

Rispondi

Lascia un commento