Polpette di cavolfiore con salsa al pomodoro

Polpette di cavolfiore con salsa al pomodoro

Polpette di cavolfiore con salsa al pomodoro
5 (100%) 2 vote[s]

Le polpette di cavolfiore con salsa al pomodoro sono super semplici e facili da preparare!

La ricetta non contiene lattosio, glutine e uova.

Occorrono pochi ingredienti: un cavolfiore, dell’erba cipollina e della farina di lupini, si frulla e si impolpetta. Più semplici di così! Io le ho accompagnate con una salsa al pomodoro, anche questa semplice da preparare. Tilde mi ha aiutata a preparare le polpette e a mangiarle ovviamente, ma assolutamente no al pomodoro, lo detesta tremendamente!

polpette di cavolfiore

Se avete provato questa nostra ricetta lasciateci un commento qui sotto o fateci un fischio sulla pagina Facebook. Se, invece, pubblicate la foto del vostro capolavoro su Instagram, ricordate di taggarmi @glicerinia e di aggiungere l’hashtag #diversamentelatte così da non perdere i vostri scatti!

Cosa serve:

  • 1 cavolfiore crudo
  • 3/4 cucchiai di farina di lupini
  • Erba cipollina
  • Farina di mais
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • 1 carota
  • 1 cipollotto
  • Basilico
  • Passata di pomodoro
.

Cosa serve:

  1. Tagliate il cavolfiore a cimette, mettetelo nel mixer con l’erba cipollina e frullatelo per qualche secondo. Mettetelo in un canovaccio pulito e sterilizzato e strizzatelo per eliminare tutto il liquido in eccesso.
  2. Trasferite il composto in un recipiente e aggiungete la farina di lupini, il sale e mescolate con le mani per rendervi conto se si necessita di altra farina. Prelevate dell’impasto e formate delle palline. Passatele nella farina di mais e infornate a 200 gradi – in forno preriscaldato e in modalità ventilata – per 15 minuti circa.
  3. Per la salsa al pomodoro: soffriggete il cipollotto e la carota, aggiungete la passata di pomodoro e cuocete. Spegnete il fuoco, aggiustate di sale, aggiungete il basilico, olio extravergine a filo e frullate.

Risultato finale:

polpette di cavolfiore con salsa al pomodoro

Dicci la tua...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*