Crackers di amaranto

Crackers di amaranto

Crackers di amaranto
5 (100%) 3 vote[s]

Quanti di voi utilizzano regolarmente l’amaranto?
Se appartenete alla categoria di coloro che lo utilizzano poco, ho la ricetta che fa per voi: i crackers all’amaranto!

Senza glutine, senza lattosio e senza lievito, sono veramente facili da preparare. Occorre cuocere l’amaranto, poi creare l’impasto e via in forno. In poco tempo avrete dei crackers croccanti da mangiare per uno spuntino sano.

crackers senza glutine

L’amaranto

L’amaranto è uno pseudo-cereale, formato da minuscoli chicchi color beige (ricordano alla lontana la quinoa). Cereale naturalmente privo di glutine, è ricco di proteine, ha un elevato contenuto di fibre e contiene in buona percentuale la lisina, uno tra gli amminoacidi essenziali. Inoltre contiene calcio, fosforo, magnesio e ferro, e anche vitamine quali la B3, la B9 e la E.  E’ un cereale utile a chi soffre di celiachia, facilmente digeribile, che si può utilizzare in fase di svezzamento come base di pappe e vellutate.

Come utilizzare l’amaranto

In commercio si può trovare sotto forma di chicchi, chicchi soffiati e farina.
I chicchi possono essere utilizzati per preparare minestre, vellutate, polpette, sformati oppure possono essere aggiunti a dolci per una consistenza croccante. Una volta cotto, l’amaranto, si trasforma in una consistenza gelatinosa che non sempre può piacere. Può essere cotto per assorbimento con il doppio del peso di acqua oppure normalmente in abbondante acqua per 30/40 minuti.
Non è necessario metterlo in ammollo, ma è preferibile sciacquare i chicchi in acqua fredda fino a che l’acqua non risulta limpida.

I chicchi soffiati si possono anche preparare in casa con lo stesso procedimento dei pop corn con il mais.

La farina può essere utilizzare per preparare ricette dolci e salate, utilizzandola con altre farine più forti.

amaranto

Se avete provato questa nostra ricetta lasciateci un commento qui sotto o fateci un fischio sulla pagina Facebook. Se, invece, pubblicate la foto del vostro capolavoro su Instagram, ricordate di taggarmi @glicerinia e di aggiungere l’hashtag #diversamentelatte così da non perdere i vostri scatti!

Ingredienti per 4 persone
Tempo di preparazione: 5 minuti
Tempo di cottura: 40 minuti

Cosa serve:

  • 100 g di amaranto (peso da crudo)
  • 50 g di semi misti (semi di sesamo bianchi e neri, semi di lino e di papavero)
  • 1 uovo a temperatura ambiente
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale

Come si fa:

  1. Sciacquate l’amaranto sotto l’acqua corrente fino a che l’acqua non risulterà limpida. Mettetelo in una pentola con abbondante acqua e fatelo cuocere per 30 minuti dal momento in cui l’acqua inizia a bollire. Scolate l’acqua in eccesso e fatelo raffreddare.
  2. Trasferite l’amaranto cotto in una ciotola, aggiungete i semi misti, l’uovo e il sale. Mescolate il composto che dovrà mantenere una consistenza simile ad una pappetta per intenderci.
  3. Oliate leggermente un foglio di carta da forno, versateci sopra il composto e livellatelo con una spatola. Infornate – in forno preriscaldato e in modalità ventilata – a 200 gradi per 15 minuti. Poi girate il foglio di carta forno e cuocete altri 15 minuti anche dall’altra parte.
  4. Quando si sarà raffreddata la sfoglia spezzatela con le mani!

Risultato finale:

crackers amaranto

Dicci la tua...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*