Vellutata di topinambour e lenticchie

Vellutata di topinambour e lenticchie

Vota per questo articolo!

Oggi vi propongo un comfort food invernale, ideale in questa giornata nebbiosa (piovigginosa, grigia e buia!). Per la preparazione di questo piatto bisogna solo armarsi di un po’ di pazienza per sbucciare tutti i topinambur (o patanabò, come si chiamano dalle mie parti, nell’alessandrino). Peraltro questi che ho utilizzato nella ricetta sono bio che più bio non si può, in quanto provengono dall’orto di mio padre: sono di piccole dimensioni e di conseguenza moooolto più difficoltosi da pulire.

Vellutata ideale per far mangiare le lenticchie a chi non le vuole mangiare: essendo frullate con i topinambour e i carciofi non si vedono. Magia!

 Cosa serve:

Vellutata di topinambour e lenticchie

  • 20 topinambour piccoli
  • 2 carciofi
  • 1 cipolla
  • 4 pugni di lenticchie rosse decorticate
  • Mix di semi di lino, semi di sesamo bianchi, semi di papavero
  • Sale
  • Olio evo
  • Pane raffermo

 Come si fa:

1. Per prima cosa iniziare con la preparazione e il taglio di tutte le verdure. Tagliare la cipolla a fettine sottili. Sbucciare i topinambour e tagliarli a rondelle. Pulire i carciofi e tagliarli a fette sottili (metterli subito in acqua acidulata per far si che non diventino neri e quindi antiestetici).

2. In una pentola dai bordi alti far soffriggere la cipolla, dopo qualche minuto aggiungere i topinambour e i carciofi (scolati dall’acqua e limone). Mescolare per qualche minuto e aggiungere acqua (le verdure devono essere coperte dalla stessa). Salare e cuocere per 20 minuti.

3. Mettere dell’acqua in un’altra pentola e, quando bolle, versarvi le lenticchie rosse e farle cuocere per 15 minuti (o come indicato sulla confezione). Quando sono pronte scolarle e aggiungerle nell’altra pentola dove si è quasi cotta la verdura.

4. Quando la verdura è pronta togliere la pentola dal fuoco e, aiutandosi con un frullatore ad immersione, ridurre la verdura in una vellutata. Aggiustare di sale e aggiungere una manciata di Mix omega.

5. Tagliare il pane raffermo a cubetti e passarlo per qualche minuto in una padella antiaderente calda in modo tale da abrustolirlo un pò. Versare la vellutata nel piatto e servire con un goccio di olio evo a crudo e i crostini di pane!

Risultato finale:

Vellutata di topinambour e lenticchie

Vellutata di topinambour e lenticchie

2 Commenti alla ricetta

  1. Ciao!!!! grazie del commento al mio blog.. eccomi qui! Sapete anche io sono intollerante al lattosio.. ma dopo tantissimi anni ho imparato a conoscere quale è il mio limite max.. e quindi ogni tanto posso conceermi qualcosa che contiene lattosio… Ottima la vostra vellutata.. i topinambur li provai una volta.. mi piacquero tremendamente.. però.. che faticaccia pulirli!!!! Tornate a trovarmi.. mi farebbe piacere!!!! baci e buon lunedì 🙂

    • diversamentelatte

      Grazie di esser passata a trovarci 🙂
      Eh si in effetti la parte più faticosa è stata quella della pulizia dei topinambour…
      Passa quando vuoi e a presto!!

Dicci la tua...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*