Pane alle castagne e uvetta con pasta madre

Pane alle castagne e uvetta con pasta madre

Pane alle castagne e uvetta con pasta madre
5 (100%) 3 votes

Iniziamo questo freddo mercoledì di fine novembre con una fetta di questo fragrante pane alle castagne e uvetta con pasta madre!

Questo pane è frutto di un esperimento, come tante altre ricette che trovate su questo sito d’altronde. L’idea è nata dal voler cercare di accostare castagne e uvetta all’interno di un lievitato e trasformarlo in una sorta di pane dolce, adatto alla colazione o alla merenda, spalmato di confettura fatta in casa o mangiato anche da solo.

Il risultato è stato strabiliante (lo potete vedere in foto) ed è andato oltre ogni aspettativa… che ne dite?

Ingredienti per 6/8 persone
Tempo di preparazione: 20 minuti + 2 ore per la I° lievitazione + 4 ore per la II° lievitazione
Tempo di cottura: 50/60 minuti

pane alle castagne e uvetta senza lattosio

COSA SERVE:

  • 400 g di farina di farro (più altra per lavorare l’impasto)
  • 110 g di pasta madre (rinfrescata il giorno prima)
  • 200 g di latte di mandorla
  • 110 g di zucchero integrale di canna
  • 100 g di castagne (* cotte in forno, sbucciate e tagliate a tocchetti)
  • 100 g di uvetta
  • 30 g di olio di semi di sesamo
  • 3 cucchiai di sciroppo di riso
  • 1 cucchiaio di acqua calda

COME SI FA:

  1. In una ciotola capiente sciogliete la pasta madre nel latte di mandorla, mescolando con una forchetta. Aggiungete la farina di farro e iniziate ad impastare. Aggiungete lo zucchero di canna, l’olio di semi di sesamo, le castagne e l’uvetta. Trasferite il tutto su un piano da lavoro infarinato e impastate per circa 10 minuti, fino a che l’impasto non sarà diventato liscio ed omogeneo.
  2. Riponetelo all’interno della ciotola col fondo infarinato, coprite con pellicola trasparente e fate riposare l’impasto in un luogo caldo della casa per 2 ore circa.
  3. Prendete l’impasto, fate un giro di pieghe a portafoglio (qui potete leggere come farle) e riponetelo nel cestino di lievitazione per pane ben infarinato (se non ce l’avete potete mettere il vostro impasto direttamente nello stampo da plumcake). Lasciatelo lievitare per altre 4 ore.
  4. Adagiate delicatamente il pane su una teglia rettangolare foderata con carta da forno, praticate dei tagli sulla superficie, spennellatela con un’emulsione di sciroppo di riso e acqua e infornate – in forno preriscaldato – in modalità statica  a 200° per 50/60 minuti circa.

Note:

* Come cuocere le castagne in forno?

Lasciate le castagne a mollo in acqua fredda per 30 minuti circa. Asciugatele ed eliminate quelle brutte, dopodiché praticate un taglio a croce sulla superficie, sulla parte ricurva. Disponetele su una teglia foderata con carta da forno e infornate – in forno già caldo – a 200° per 30 minuti circa. Gli ultimi 5 minuti accendete il grill (per vedere quando sono cotte assaggiatene una!).
Quando son pronte sistematele in un canovaccio da cucina umido, aspettate qualche minuto e sbucciatele, ma attenzione a non scottarvi!

RISULTATO FINALE:

pane alle castagne senza lattosio

pane alle castagne e uvetta con pasta madre

pane alle castagne e uvetta

pane alle castagne

Con questa ricetta partecipo a Panissimo#35 di Novembre 2015.
La raccolta di Sandra {www.sonoiosandra.ifood.it} e Barbara {breadandcompanatico.com}, questo mese ospitata nel blog di Terry {www.ipasticciditerry.com}

Panissimo-e1446370690170

4 Commenti alla ricetta

  1. adoro il tuo pane, ho l’abitudine a colazione di mangiare pane fatto in casa con lievito madre e ci metto un velo di marmellata e per me inizia la giornata in modo perfetto ma devo fare assolutamente anche la tua ricetta, mi piace un sacco!

    • diversamentelatte

      Ciao Ceterina!
      Grazie mille e grazie per esser passata da queste parti 😉
      Questo pane te lo consiglio, ed è buono mangiato in moltissimi modi.
      Un abbraccio!

  2. Ciao. La ricetta è fantastica ma ho una domanda: con quanto lievito di birra posso sostituire La pasta madre?
    Grazie mille

    • diversamentelatte

      Ciao Michela!
      Grazie 😉 Generalmente ne utilizzo poco di lievito di birra per evitare di sentirne il gusto nell’impasto. Per 400 g di farina ti consiglio di utilizzarne 10 g circa (meno della metà di un cubetto). Fai attenzione solo ai tempi di lievitazione che magari potranno modificarsi!

Dicci la tua...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*