Biscotti (cioccolatosi) alla quinoa

Biscotti (cioccolatosi) alla quinoa

Biscotti (cioccolatosi) alla quinoa
5 (100%) 1 vote

Buongiorno!
Oggi voglio condividere con voi questa golosa ricetta: biscotti (cioccolatosi) alla quinoa, senza lattosio, senza uova e senza lievito!
Cercando in rete delle idee su come cucinare la quinoa, mi sono imbattuta in alcune preparazioni dolci. Ne sono rimasta sorpresa, perchè proprio non pensavo che la quinoa potesse essere anche utilizzata in questo modo. Ho allora deciso di prender spunto da alcune ricette e le ho modificate togliendo ingredienti e aggiungendone altri in base a ciò che avevo in dispensa. Ho allora preparato questi biscotti senza sapere (e nemmeno immaginare) come sarebbero venuti e quale gusto avrebbero avuto. E meno male che mi sono fatta spingere dalla curiosità, perché il risultato è stato ottimo! 😉

La quinoa non è un cereale, anche se l’utilizzo che ne si fa in cucina è simile a quello dei cereali. Non contiene glutine e ha molte proprietà nutritive che sono simili a quelle dei legumi. E’ ricca di fosforo, magnesio, calcio e fibre e ha un buon contenuto proteico. Insomma la quinoa è da considerarsi un toccasana, uno di quegli alimenti che dovrebbe essere presente nelle dispense di tutti.

Cosa serve:

Ingredienti-biscotti quinoa e cioccolato

  • 350 grammi di farina integrale (o farina di riso integrale per una versione senza glutine)
  • 250 grammi di quinoa
  • 100 ml di olio extra vergine di oliva
  • 100 grammi di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 12 quadretti di cioccolato fondente ridotti in scaglie finissime
  • Succo di 1 arancia appena spremuta

Come si fa:

1. Far cuocere la quinoa in acqua bollente (non salata!) seguendo le indicazioni riportate sulla sua confezione. Scolarla e lasciarla raffreddare.

2. In una grossa ciotola amalgamare la farina, lo zucchero, la cannella in polvere e le scaglie di cioccolato fondente. Mescolare bene e aggiungere la quinoa (avendo cura che sia ben scolata), l’olio extra vergine di oliva e il succo di arancia. Impastare bene con le mani fino a che il composto non sarà diventato omogeneo e corposo.  Avvolgerlo nella pellicola trasparente e metterlo a riposo in frigo per circa 30 minuti.

Impasto biscotti quinoa cioccolato

3. A questo punto stendere l’impasto sul tavolo da lavoro infarinato – attenzione perché tenderà ad appiccicarsi – aiutandosi con un mattarello (oppure per praticità potete stenderlo tra due fogli di carta da forno). Creare le forme che si desiderano con un tagliabiscotti (o con qualsiasi altra cosa si abbia a disposizione!). Spolverare leggermente la superficie del biscotto con dello zucchero semolato. Infornare a 180° per 25-30 minuti (dipende dalla grandezza del biscotto).

Risultato finale:

Biscotti quinoa e cioccolato

Biscotti quinoa e cioccolato fondente

Biscotto quinoa e cioccolato

22 Commenti alla ricetta

  1. Amo la quinoa e ne faccio uso in forme differenti. I biscotti li ho provati (in fase di esperimento da perfezionalre) con il miglio, secondo le indicazioni di base dei tuoi splendidi biscotti. Alla fine solo chi osa scopre quanto la bontà e la genuinità siano compagne fedeli ^_^
    Ottima proposta, complimenti!!

  2. Complimenti davvero per questi particolari e fantastici biscotti! Li voglio assolutamente provare presto! 😉

  3. ciao che bella questa ricetta la farò sicuramente per il mio bambino. Tra l’altro avevo già provato una ricetta con le mele e la quinoa ma era venuta amarissima !!!
    Come facciamo a collegare i nostri due blog?
    grazie ciao, sara http://www.cavoli-merenda.blogspot.com

    • Ciao! Grazie della visita 😉 Questi biscotti non sono venuti per nulla amari, te li consiglio! Volendo la quinoa puoi farla bollire nel latte di soia (o di riso) per ammorbidirle ancora di più il gusto…
      Ho aggiunto il tuo sito nell’elenco dei nostri siti amici, potresti fare la stessa cosa anche tu 😉
      Ciao e a presto!!

  4. Salve,ho già sperimentato altre ricette con la quinoa,ed ogni volta l’impasto viene molto appiccicoso. Come fate per stenderlo e lavorarlo? Per renderlo meno colloso ho aggiunto addirittura quasi 100gr di farina…

    • diversamentelatte

      Ciao Giorgio! L’impasto é stato avvolto nella pellicola trasparente e fatto riposare in frigo. L’ideale é lavorarlo appena tolto dal frigo e stenderlo con un mattarello ben infarinato… La farina non aggiungerla all’impasto ma mettila sul mattarello! Prova così e poi dimmi 🙂

  5. Grazie dei consigli,la tua ricetta ad ora è quella che mi è uscita meglio. Ho fatto biscott tipo mignon,ed ho fatto caso che quelli con uno spessore maggiore sono venuti più buoni.

    • diversamentelatte

      Grazie Giorgio, siam contenti che i nostri consigli ti siano stati d’aiuto! Alla prossima 😉

  6. Io sono di gruppo 0 e devo evitare l’arancia e la cannella, cosa mi consiglieresti per sostituirli???

    • diversamentelatte

      Ciao Silvia,
      premetto che non me ne intendo molto di diete riferite al proprio gruppo sanguigno. Ho letto qualcosa in rete e potrei suggerirti di provare a sostituire il succo di arancia con quello di pera (o di ananas) e al posto della cannella i chiodi di garofano (o al massimo lo zenzero)… Fammi sapere!

  7. Ciao a tt…volevo kiedere se nella ricetta dei biscotti vn la quinoa e il cioccolato ,i 250gr d quinoa si intendono a crudo o cotta.. grazie

  8. Veronica

    Ciao volevo chiedere 2 cose:
    il cioccolato va prima sciolto? e poi, non serve lievito?

    • diversamentelatte

      Ciao Veronica,
      il cioccolato va ridotto in scaglie finissime e no, non serve il lievito per questi biscotti 😉

  9. Ciao sono Patrizia,
    scusami ma questa non è una ricetta senza glutine dato che
    c’è la farina integrale.
    Con cosa la potrei sostituire?
    Grazie
    Patrizia

    • diversamentelatte

      Ciao Patrizia!
      Grazie, è stata una svista in fase di scrittura… Prova ad utilizzare la farina di riso integrale o quella di riso normale.

  10. È possibile usare il miglio al posto della quinoa?

    • diversamentelatte

      Ciao Maria, personalmente non ho mai provato, però credo che si possa sostituire con le relative modifiche.

Dicci la tua...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*